Eargo: un nuovo standard nella tecnologia degli apparecchi acustici.
Febbraio 28, 2019
Gyro-X: l’auto del futuro degli anni ’60
Marzo 5, 2019

Se hai mai chiesto ad Alexa di portarti una birra e di essere rifiutato dall'assistente, le probabilità sembrano buone per essere presto servite. Temi, il primo assistente robot personale, sviluppato da imprenditori israeliani, sta collaborando con Amazon per far rotolare Alexa - letteralmente.



Fonte: temi Robot Youtube

Temi Global ha lanciato ufficialmente la Temi, o Robotemi, all'inizio di questo mese al CES 2019 di Las Vegas, in poche settimane ha raccolto un finanziamento di 21 milioni di dollari.

A Las Vegas questo mese, la società ha annunciato la sua ultima collaborazione con il colosso tecnologico e retail Amazon, che il CEO Yossi Wolf ha definito "un importante passo avanti per Temi".
Temi Global integrerà le funzioni di Alexa ed Echo Show di Amazon: si tratta del primo robot intelligente, mobile e personale al mondo.

Il prodotto si ispira alla grande tendenza degli assistenti di smart-display, ma si distingue dagli altri per il fatto di essere mobile, caratterizzato da caratteristiche di interazione uomo-robot e movimento autonomo, afferma l'azienda. Gli utenti possono controllare Temi da qualsiasi postazione remota nel mondo tramite l'app e comandare azioni diverse, da accogliere gli ospiti in un hotel o ristorante a fornire assistenza medica anziana.




Gli assistenti virtuali integrati hanno rappresentato un'enorme tendenza al CES quest'anno, in cui le rivali Amazon e Google hanno gareggiato per attirare l'attenzione. E, secondo un rapporto su The Verge, Temi sarà tra 150 prodotti con Alexa built-in, mentre Amazon si impegna come lead in assistenti virtuali.


"Interagire con il robot con la voce, che fino a qualche anno fa non era possibile, è il primo pezzo della proposta di valore di Temi" dice a NoCamels.

Le famiglie occupate sono tra gli utenti target della compagnia di robot. Attraverso Temi, i familiari che lavorano o vivono lontano dai loro parenti possono essere "presenti" a casa in qualsiasi momento.

"Invece di chiamare qualcuno, sto chiamando da qualche parte. Anche se sono in un posto diverso, ho il pieno controllo. Se dico a Temi di cercare mio figlio, ci metterò lì e potrò essere lì e passare del tempo con lui. Questa è la base ", spiega Wolf.

Spostandosi autonomamente nelle posizioni desiderate, il robot consente alle persone di essere in due posti contemporaneamente, senza dipendere da qualcun altro per trasportare un dispositivo mobile. "Come robot personale, "Temi collega il fisico con il mondo virtuale", afferma Wolf.

I robot personali come Temi, abbreviazione di "tecnologia per me", stanno facendo un ulteriore passo in avanti e preparano il terreno per un'intera nuova generazione di assistenti intelligenti. Il dispositivo a quattro ruote alto 3 piedi con touch screen si muove autonomamente e connette le persone con amici, familiari e dispositivi intelligenti. Attraverso la tecnologia di interazione uomo-robot, Temi riconosce oggetti e volti, permettendogli di navigare da solo e persino di seguire gli utenti in casa o in ufficio. È controllato da lontano tramite un'app o tramite comando vocale diretto.

"Ho immaginato Temi già dieci anni fa, ma solo negli ultimi quattro anni abbiamo lavorato duramente per svilupparlo", afferma Wolf. "È il primo robot personale - non c'è alcun riferimento - ed è per questo che è stato così impegnativo".

Ma ci sono segnali che Temi potrebbe non rimanere unica nel suo genere per molto tempo. Amazon ha già rivelato piani per rilasciare un robot domestico chiamato Vesta (dopo la dea romana del focolare, casa e famiglia) entro la fine del 2019.

Wolf "Questa è la migliore novità dell'anno per la robotica".

Temi è disponibile per la vendita a $ 1,499 online e in una dozzina di negozi negli Stati Uniti. Secondo Wolf, la società si espanderà in località europee e asiatiche come il Giappone "in un tempo molto breve".


Il recente round di

finanziamento

da 21 milioni di dollari di Temi ha incluso un piano per migliorare il marketing e la distribuzione, con l'obiettivo di rendere Temi disponibile in 180.000 punti vendita in tutto il mondo.

"È un nuovo prodotto e non è economico", afferma Wolf. "La gente vorrebbe vedere una demo per capire meglio il suo valore. Quindi crediamo che combinare online e offline sia molto più intelligente." fonte: nocamels.com